Wozniak discute di robot, design e origini di Apple

Più di 40 anni dopo la fondazione di Apple Computer, Steve Wozniak ha molto da dire sui primi tempi dell'azienda più ricca del mondo e sulla tecnologia, l'apprendimento e l'essere un ingegnere nato.

Sul palco della conferenza IEEE TechIgnite a Burlingame, in California, mercoledì, ha dato uno sguardo a come pensa una leggenda della tecnologia.

Su open source

All'inizio degli anni Settanta, Wozniak leggeva del phreaking telefonico, in cui i "phreakers" telefonavano gratuitamente usando l'elettronica per imitare i toni usati per comporre ciascun numero. Per imparare a farlo, andò nell'unico posto che conosceva con libri e riviste sui computer: il Stanford Linear Accelerator Center. È andato una domenica ed è entrato subito. "Le persone più intelligenti del mondo non chiudono le porte", ha detto Wozniak.

CORRELATO: 12 consigli e trucchi per Apple Watch meno conosciuti che dovresti conoscere

Una filosofia simile lo ha portato a dare via il suo design per quella che in seguito divenne la Apple 1. Dopo aver elaborato piani che avrebbero permesso alle persone di costruire il proprio computer per $ 300, li ha distribuiti all'Homebrew Computer Club, un luogo di ritrovo anticipato per armeggiare che ha contribuito a lanciare la rivoluzione del PC. Non ha nemmeno incluso avvisi sul copyright. "La mia motivazione non era quella di avviare un'azienda, non era di fare soldi, in realtà era solo per mostrare la mia eccellenza ingegneristica", ha detto. Fu un amico non ingegnere, Steve Jobs, a convincerlo a monetizzare sia il phreaking che il personal computer.

Intraprendenza

Wozniak ha sempre cercato di costruire cose con non solo il minor numero di parti, ma anche quelle più economiche. Dopo aver appreso della phreaking, ha iniziato a costruire una macchina per esso nella sua stanza del dormitorio. "Ho comprato un sacco di diodi a Radio Shack che non era garantito. E circa la metà di loro erano cattivi, ma non sapevo quale metà ... Quando un tono non funzionava sulla mia scatola, andavo da questo ragazzo che aveva un tono perfetto. Era un musicista nella stanza accanto ".

Su miti e film:

I primi giorni di Apple sono ormai oggetto di leggende e cultura pop, ma non tutte le storie sono vere, secondo Wozniak. Una è una scena del film "Jobs" di Ashton Kutcher in cui Jobs spinge Bob Dylan in un Wozniak amante dei Beatles. Quando si incontrarono, Jobs aveva 16 anni e non aveva album musicali a casa, disse Wozniak. "Sono io quello che ha presentato Steve Jobs a tutta questa roba di Bob Dylan." I due finirono per andare a molti concerti e raccogliere registrazioni di bootleg e analisi dei testi di Dylan.

Sulla robotica:

Se fosse giovane oggi, Wozniak andrebbe alla robotica. Vuole progettare un robot che potrebbe entrare in una casa che non conosce, trovare la cucina da solo e capire come fare il caffè.

Non è troppo preoccupato per le macchine che stanno subentrando.

"Sta diventando spaventoso nella direzione in cui sta andando, ma ci vorrà molto, molto tempo prima che ci sia qualcosa di simile a una razza suprema sugli umani. Avranno bisogno di noi", ha detto Wozniak.

Sull'istruzione:

Wozniak, che ha lavorato come insegnante di scuola elementare, ha affermato che la motivazione è più importante della conoscenza di libri o insegnanti. "Se vuoi imparare qualcosa, ci arriverai", ha detto. È positivo che i bambini imparino a programmare, ma dovrebbero aspettare fino ai 12 anni affinché i loro cervelli maturino, ha detto.

Sul lavoro dei suoi sogni:

Prima che lui e Jobs fondassero Apple, Wozniak offrì i suoi progetti per PC a Hewlett-Packard, dove lavorò sui leggendari calcolatori dell'azienda. Non voleva rischiare quella posizione avviando una nuova società. La quinta volta che HP lo ha rifiutato, a malincuore ha lasciato.

Quarant'anni dopo, in una Silicon Valley molto diversa, il lavoro dei sogni di Wozniak è una visione toccante: "Sarei diventato un ingegnere per sempre a Hewlett-Packard, perché potresti invecchiare ed essere ancora un ingegnere lì. Che fortuna per io! Non perderei mai il lavoro in HP. "

Unisciti alle community di Network World su Facebook e LinkedIn per commentare argomenti che sono importanti.