Yahoo Più di 12.000 richieste di dati statunitensi hanno portato alla divulgazione di informazioni oltre 11.000 volte

Yahoo ha ricevuto 12.444 richieste dal governo degli Stati Uniti per i dati degli utenti nella prima metà di quest'anno, risultando in 11.402 casi di divulgazione di dati, ha detto venerdì nel suo primo rapporto sulla trasparenza.

Per quasi 7.000 delle richieste degli Stati Uniti tra il 1 ° gennaio e il 30 giugno, sono stati divulgati solo dati non contenuti, come le informazioni di base sugli abbonati tra cui indirizzi e-mail e IP, informazioni di fatturazione, nomi e posizioni, ha affermato Yahoo. Ma più di 4.500 richieste di dati del governo degli Stati Uniti hanno portato alla divulgazione di contenuti reali come comunicazioni dagli account Mail e Messenger degli utenti, voci della Rubrica di Yahoo, file caricati e foto su Flickr, secondo il rapporto.

I governi di 17 paesi hanno fatto quasi 30.000 richieste di dati riguardanti quasi 63.000 account Yahoo, afferma il rapporto.

[ANCHE: Il sito tecnico e legale si chiude, citando la sorveglianza del governo tramite e-mail]

Il rapporto è stato pubblicato tra una serie di fughe dall'ex appaltatore della National Security Agency Edward Snowden riguardo alla capacità del governo di raccogliere dati dalle comunicazioni digitali delle persone, apparentemente nell'interesse della sicurezza nazionale. Una delle perdite di più alto profilo riguarda un programma noto come Prism, che secondo come riferito consente all'NSA di raccogliere dati da Google, Apple, Microsoft, Yahoo e altre società tecnologiche.

Sin dalle prime perdite di giugno di Snowden ai media tra cui Guardian e The New York Times, aziende tecnologiche come Google e Microsoft hanno chiesto il permesso di fornire maggiore chiarezza sul numero di richieste di sicurezza nazionale che ricevono in modo specifico.

Attualmente, le aziende possono rivelare il numero di richieste fatte ai sensi della Foreign Intelligence Surveillance Act degli Stati Uniti solo se li raggruppano insieme a tutte le altre richieste delle forze dell'ordine statunitensi.

Yahoo, quindi, non ha infranto le sue richieste di sicurezza nazionale. "Includiamo le richieste di sicurezza nazionale nell'ambito delle nostre statistiche aggregate", ha dichiarato il consigliere generale di Yahoo Ron Bell in un post sul blog.

Inoltre, il rapporto riflette solo i dati di Yahoo, non quelli degli utenti di Tumblr, ha affermato la società. Yahoo ha annunciato l'acquisizione del sito di social blogging a maggio. Tumblr pubblicherà il proprio rapporto sulla trasparenza in un secondo momento, ha affermato Yahoo.

Il numero totale di account specificato nelle richieste di dati governativi di Yahoo comprendeva meno del centesimo dell'1 percento della base di utenti mondiale di Yahoo, secondo la società.

Yahoo afferma di avere 700 milioni di utenti attivi in ​​totale in 60 paesi. La società non rivela il suo numero di utenti statunitensi attivi.

Yahoo ha affermato che respinge regolarmente richieste improprie di dati degli utenti, incluse richieste di combattimento poco chiare o illegali, ha affermato Bell.

Yahoo prevede di aggiornare il proprio rapporto sulla trasparenza ogni sei mesi.

Zach Miners copre i social network, le ricerche e le notizie di tecnologia generale per IDG News Service. Segui Zach su Twitter all'indirizzo @zachminers. L'indirizzo e-mail di Zach è [email protected]

Unisciti alle community di Network World su Facebook e LinkedIn per commentare argomenti che sono importanti.