Il nuovo phablet di Xiaomi cerca di superare l'iPhone 6 Plus di Apple

L'ultimo telefono Android di Xiaomi mira a mettere in ombra l'iPhone 6 Plus di Apple, con un design elegante, specifiche all'avanguardia e un prezzo di partenza a meno della metà di quello della concorrenza.

Giovedì il produttore cinese di telefoni ha presentato il suo nuovo phablet, chiamando il dispositivo Xiaomi Note. È pensato per competere con altri smartphone di fascia alta di fascia alta. Xiaomi lo offrirà in Cina il 27 gennaio ad un prezzo di partenza di 2299 yuan (376 USD), se acquistato senza contratto.

Il dispositivo da 5,7 pollici è più sottile di 0,15 mm rispetto all'iPhone 6 Plus e include una cover posteriore realizzata in vetro che curva lungo i bordi.

Il telefono ha una fotocamera posteriore da 13 megapixel, un display 1080p e un processore quad-core Qualcomm Snapdragon 801 quad-core da 2,5 GHz, con 3 GB di RAM. Costruito con connettività 4G LTE e spazio per due schede SIM, ha anche una batteria da 3000 mAh.

Xiaomi prevede di offrire un'edizione più potente del telefono che arriverà a fine marzo. Arriverà con il nuovo processore Qualcomm Snapdragon 810, 4 GB di RAM e un display 2K, il tutto per 3299 yuan.

Xiaomi ha annunciato il nuovo dispositivo in un momento in cui i phablet sono diventati piuttosto popolari in Cina.

La società offre già un altro smartphone da 5,5 pollici, ma è destinato al mercato di fascia bassa al prezzo di 899 yuan. Quel dispositivo è stato un phablet più venduto in Cina, che si classifica come il mercato leader mondiale per smartphone a grande schermo con display più grandi di 5,5 pollici, secondo la società di ricerca IDC.

"La Cina è in testa al mondo, con un numero maggiore di spedizioni di phablet rispetto ai prossimi dieci maggiori mercati di phablet", ha affermato l'analista IDC Melissa Chau a novembre. Parte del motivo è perché ci sono così tanti phablet nel mercato locale da venditori nazionali, e molti arrivano a prezzi bassi, ha aggiunto Chau.

Ad esempio, altri telefoni a grande schermo come il Samsung Galaxy Note 4 e l'Apple iPhone 6 Plus possono costare ai consumatori in Cina oltre il doppio dell'ultimo phablet di Xiaomi.

Il nuovo phablet di Xiaomi aiuterà l'azienda a far crescere la sua quota di mercato in costante aumento. Nel terzo trimestre dello scorso anno, secondo IDC, si è classificato come il terzo più grande fornitore di smartphone al mondo, dietro Apple e Samsung. La società vende principalmente i suoi telefoni nella Cina continentale, ma si sta espandendo rapidamente al di fuori del paese nel sud-est asiatico e in India.

Fondata nel 2010, la società cinese è in rapida ascesa che ha sconvolto il mercato cinese degli smartphone. Lo ha fatto vendendo prodotti confezionati con componenti all'avanguardia, ma a prezzi bassi che hanno ridotto la concorrenza.

La strategia ha dato i suoi frutti, attirando folle di fan devoti in Cina e rendendola una delle aziende tecnologiche più in voga sulla scena. Ma la società ha anche suscitato polemiche per la presunta copia di progetti da parte di Apple e di altri fornitori di elettronica.

Ad esempio, l'altro smartphone di punta dell'azienda, il Mi 4, utilizza una struttura in metallo che ha tracciato un confronto con il design in alluminio che si trova nel vecchio iPhone 5 di Apple.

A sua difesa, Xiaomi ha affermato che tutte le società tecnologiche prendono costantemente in prestito idee dai loro concorrenti, tra cui Apple.

“Mi indichi un prodotto nel nostro settore, un nuovo prodotto che ha avuto un linguaggio di design assolutamente unico. Non riuscirai a trovarne uno ”, ha detto il vicepresidente di Xiaomi Hugo Barra a ottobre.

Unisciti alle community di Network World su Facebook e LinkedIn per commentare argomenti che sono importanti.