Barra di Xiaomi afferma che il mercato statunitense è sul radar

Il principale produttore cinese di smartphone sta pensando di lanciare i suoi telefoni negli Stati Uniti, ha detto il capo del suo business internazionale.

"Sul radar", ha detto Hugo Barra a IDG News Service, quando gli è stato chiesto dei piani per il lancio del suo nuovo telefono Mi 5 di punta negli Stati Uniti, ma Barra non sarebbe attratta dal fatto che sarebbe stato nel 2016. "Non sono sicuro, sarebbe difficile da dire."

I commenti di Barra sono arrivati ​​a margine del lancio del Mi 5 al Mobile World Congress di Barcellona. Era la prima volta che l'azienda utilizzava un evento internazionale di alto profilo per lanciare un telefono di punta - qualcosa che alcuni avevano interpretato come segnale di un rilascio internazionale più ampio.

Xiaomi ha superato LG Electronics per diventare la cinque società di smartphone al mondo nel 2015, ma la maggior parte delle sue vendite sono concentrate in Cina, India e Brasile.

Il suo ingresso negli Stati Uniti e nei mercati europei è atteso da tempo, ma ad oggi l'azienda non ha fatto un passo in quei mercati.

"Storicamente, hanno avuto problemi con la proprietà intellettuale", ha dichiarato Ian Fogg, analista della tecnologia IHS, esprimendo una convinzione comune nel settore della telefonia mobile che i problemi di licenza dei brevetti stanno trattenendo l'azienda.

Martyn Williams

Hugo Barra, vice presidente internazionale di Xiaomi, interviene in una conferenza stampa di Barcellona il 24 febbraio 2016.

Xiaomi non lo ha mai confermato, ma mercoledì Barra ha cercato di sottolineare i 3.600 brevetti per i quali ha fatto domanda negli ultimi anni. E Barra ha portato sul palco il presidente della Qualcomm Derek Aberle, con il quale Xiaomi ha firmato un accordo di licenza di brevetto l'anno scorso.

Un considerevole portafoglio di brevetti renderebbe più facile l'ingresso di Xiaomi nei principali mercati internazionali perché potrebbe firmare accordi di licenza incrociata con altri importanti detentori di brevetti, piuttosto che dover stipulare accordi specifici, Fogg ha detto.

L'economia cinese di raffreddamento potrebbe anche spingere Xiaomi a pensare a vendite più ampie dei suoi telefoni. L'anno scorso ha perso le proprie previsioni di vendita di circa 7 milioni di telefoni, in gran parte a causa del calo della crescita in Cina.

Per i consumatori occidentali, l'attrazione principale di Xiaomi sarà probabilmente le specifiche elevate e il prezzo basso. Il Mi 5 che è stato lanciato mercoledì ha molte delle stesse o simili funzionalità dei nuovi telefoni Samsung Galaxy S7 e LG G5, ma costa circa la metà del prezzo.

Ma la società dovrà anche lavorare sul suo software. Xiaomi è famosa per aver rilasciato la propria interfaccia utente Android, chiamata MIUI, su base settimanale. Ogni versione include funzionalità suggerite dagli utenti, ma molte di queste funzionalità sono rivolte ai consumatori in Cina dove i servizi di Google non sono disponibili, ha affermato Fogg. A livello internazionale, questo diventa meno un punto di forza, quindi la società dovrà lavorare su come rendere la MIUI attraente al di fuori della Cina.

"Tutti se lo aspettano", ha detto Fogg del lancio globale di Xiaomi. "Penso che arriverà."

Unisciti alle community di Network World su Facebook e LinkedIn per commentare argomenti che sono importanti.