Con il rilancio di Tidal, Jay Z raddoppia in streaming per gli audiofili

Tidal, il servizio di streaming di proprietà di Jay Z basato su tracce di alta qualità, sta rilanciando in una mossa che potrebbe offrire ai consumatori una nuova opzione quando si pesa concorrenti come Spotify o Pandora.

Il rinnovato Tidal andrà in onda lunedì alle 17:00. Ora dell'est degli Stati Uniti, come indicato da un grande conto alla rovescia che domina la sua homepage. Un portavoce della compagnia ha confermato il piano di rilancio ma ha rifiutato di commentare ulteriormente in che modo il servizio di Tidal potrebbe cambiare. È ragionevole ipotizzare che la nuova Tidal possa presentare prezzi più bassi, nuove funzioni dell'app o un'espansione del suo database esistente di 25 milioni di canzoni di qualità CD "senza perdita di dati".

Il servizio di punta senza pubblicità di Tidal attualmente costa $ 19,99 al mese e può essere consultato su desktop, iOS, Android e lettori audio domestici come Sonos. Una versione che offre una qualità audio standard costa $ 9,99 al mese. I servizi supportati dalla pubblicità di concorrenti come Spotify, Pandora, Rdio e Deezer sono gratuiti, sebbene le versioni premium senza pubblicità costino circa $ 9,99 al mese o meno.

Tidal ha lanciato il suo servizio orientato all'alta fedeltà lo scorso anno, scommettendo che c'è un pubblico abbastanza vasto di fan della musica disposti a pagare di più per una migliore qualità del suono. Il musicista Jay Z lo ha acquistato nell'ambito di un'acquisizione di $ 56 milioni della società svedese Aspiro, annunciata all'inizio di questo mese.

Tidal ha cercato di distinguersi dalla concorrenza affermando di essere l'unico che combina audio di alta qualità con video musicali ad alta definizione e con contenuti editoriali su interviste e funzionalità musicali.

Ma c'è un crescendo di concorrenza. Google offre ora il proprio servizio di streaming di Google Play Music e si dice che Apple stia sviluppando una nuova versione del servizio di streaming Beats acquisito da quella società. C'è anche Deezer, che offre il proprio servizio di streaming ad alta fedeltà.

Ma poiché lo streaming è cresciuto, così anche le lamentele degli artisti non generano entrate sufficienti per loro. Tidal, tuttavia, ha il sostegno di alcuni grandi artisti come Taylor Swift, che ha estratto la sua musica da Spotify alla fine dell'anno scorso per questioni legate alla regalità.

Con il rilancio, Jay Z potrebbe cercare di posizionare Tidal, soprattutto, come il servizio con il più forte supporto di artisti.

Unisciti alle community di Network World su Facebook e LinkedIn per commentare argomenti che sono importanti.