Puoi scaricare la cronologia delle ricerche di Google, ma devi invece eliminarla

Questa settimana c'è stato un sacco di buzz su Internet riguardo alle "notizie" che Google consente agli utenti di scaricare la cronologia delle ricerche. Molti commentatori del Web sembrano trovare affascinante questa capacità, anche se è attiva almeno dal 2014 senza che nessuno se ne accorga davvero.

Ma ecco la mia domanda: a parte la morbosa curiosità, perché vorresti davvero scaricarla affatto?

Infatti, mentre la tua cronologia delle ricerche sembra avere un valore per Google, il che afferma che aiuta l'azienda a fornire "risultati più pertinenti", "previsioni più intelligenti" e connessioni tra dispositivi, è difficile vedere quali vantaggi vederla ha per il vero ricercatore . In effetti, sembra più uno strumento progettato per aiutare a scavare la storia della ricerca sporcizia su qualcun altro!

Dato tutto ciò, perché anche raccoglierlo in primo luogo? Personalmente, non noto risultati notevolmente migliori quando eseguo ricerche sui miei dispositivi rispetto alle macchine di qualcun altro. Fai? Devi a Google la tua cronologia delle ricerche in cambio delle tue ricerche sul Web? No, non lo fai.

Ti consiglio di attivare l'opzione per eliminare la cronologia di Ricerca Web e di impostare Google in modo che non registri tale cronologia. Inoltre, se gestisci un dipartimento IT, consiglierei a tutti i tuoi utenti di fare la stessa cosa.

Anche se pensi che tutte le tue ricerche siano innocue, quel file di cronologia rappresenta ancora un rischio per la sicurezza. Semplicemente non c'è abbastanza beneficio per te o la tua azienda da preoccuparsi di mantenerlo.

Se questa mini tempesta di Internet su questo problema fa sì che un numero significativo di persone smetta di salvare la cronologia delle ricerche, allora forse non è stato così inutile dopo tutto.

Unisciti alle community di Network World su Facebook e LinkedIn per commentare argomenti che sono importanti.