Le scansioni e-mail segrete di Yahoo hanno aiutato l'FBI a sondare i terroristi

Ciò che Yahoo stava cercando con il suo presunto programma di scansione della posta elettronica potrebbe essere stato segni di codice utilizzato da un gruppo terroristico straniero. 

La società stava cercando una "firma" digitale di un metodo di comunicazione utilizzato da un gruppo terroristico sponsorizzato dallo stato, secondo un nuovo rapporto del New York Times che forniva maggiori dettagli sulla scansione della posta elettronica di Yahoo.  

Il rapporto del rapporto di mercoledì non identificava la firma o diceva se riguardava un codice crittografico per computer. Ma l'articolo diceva che era stato il Dipartimento di Giustizia degli Stati Uniti, e non la National Security Agency, a ottenere un ordine del tribunale costringendo Yahoo a conformarsi. Un rapporto di Reuters martedì non era chiaro su quali agenzie fossero coinvolte nella sonda.

Durante il progetto, Yahoo fece copie di tutti i messaggi che contenevano la firma e li consegnò al Federal Bureau of Investigation, secondo la storia del Times, che citava un funzionario governativo senza nome. Il rapporto afferma che la raccolta e-mail non è più in corso.

Per condurre le ricerche, secondo quanto riferito Yahoo ha modificato un sistema esistente che già scansionava le e-mail in arrivo per spam, malware e pornografia infantile. 

La storia di Reuters afferma che Yahoo aveva creato un programma software personalizzato per cercare tra le e-mail in arrivo di tutti i suoi utenti per volere del governo degli Stati Uniti.

La storia di Reuters afferma anche che i funzionari dell'intelligence degli Stati Uniti stavano usando Yahoo per trovare un "set di personaggi", probabilmente una frase in una e-mail o in un allegato. Ha anche affermato che centinaia di milioni di account di posta Yahoo sono stati scansionati. Questo ha suscitato indignazione tra i sostenitori della privacy, che hanno affermato che un simile programma di scansione della posta elettronica sarebbe incostituzionale.

Mercoledì scorso Yahoo ha definito il rapporto Reuters fuorviante.

"Interpretiamo in modo restrittivo ogni richiesta del governo relativa ai dati degli utenti per ridurre al minimo la divulgazione", ha dichiarato la società in una nota. "La scansione della posta descritta nell'articolo non esiste sui nostri sistemi."

Yahoo ha rifiutato di commentare il rapporto del New York Times.

Unisciti alle community di Network World su Facebook e LinkedIn per commentare argomenti che sono importanti.