Yahoo definisce fuorviante la scansione segreta della posta elettronica

Yahoo ha definito un articolo di Reuters su un programma segreto di scansione delle e-mail "fuorviante" e ha dichiarato che non esiste un tale sistema. 

Martedì, l'articolo di Reuters affermava che Yahoo aveva creato il programma software personalizzato dopo aver ricevuto un ordine governativo degli Stati Uniti classificato. Secondo quanto riferito, quel programma software è in grado di scansionare tutte le e-mail in arrivo dai clienti Yahoo per informazioni fornite dai funzionari dell'intelligence degli Stati Uniti.

Tuttavia, mercoledì Yahoo ha contestato il rapporto.

"Interpretiamo in modo restrittivo ogni richiesta del governo relativa ai dati dell'utente per ridurre al minimo la divulgazione. La scansione della posta descritta nell'articolo non esiste sui nostri sistemi ", ha dichiarato la società in un'e-mail. 

La dichiarazione di Yahoo, tuttavia, non ha fornito ulteriori dettagli. In risposta alla storia di Reuters, la società ha dichiarato martedì "Yahoo è un'azienda rispettosa della legge ed è conforme alle leggi degli Stati Uniti".

L'articolo di Reuters afferma inoltre che un ex CISO di Yahoo, Alex Stamos, ha lasciato l'azienda dopo aver appreso che il programma segreto di scansione della posta elettronica era stato autorizzato. 

Stamos, tuttavia, ha rifiutato di commentare. Diversi giganti della tecnologia degli Stati Uniti hanno affermato di non aver mai ricevuto alcuna richiesta del governo degli Stati Uniti di condurre scansioni di e-mail su larga scala. 

"Non abbiamo mai ricevuto una simile richiesta, ma se lo facessimo, la nostra risposta sarebbe semplice: 'assolutamente impossibile'". Google ha detto. 

Apple, Facebook e Twitter hanno offerto dichiarazioni simili e hanno affermato che avrebbero contestato tale ordine. Microsoft ha anche affermato di non essersi mai impegnata nella scansione segreta del traffico e-mail descritto nell'articolo di Reuters. 

L'NSA e l'FBI devono ancora rispondere a una richiesta di commento. Il governo degli Stati Uniti chiede regolarmente che le aziende tecnologiche consegnino i dati dei clienti, come parte degli sforzi delle forze dell'ordine. Tuttavia, l'articolo di Reuters ha affermato che il presunto programma di scansione della posta elettronica di Yahoo potrebbe essere andato ben oltre, consentendo al governo di cercare in tutti gli account di posta dei suoi clienti.  

Unisciti alle community di Network World su Facebook e LinkedIn per commentare argomenti che sono importanti.