Yahoo abbandona la lotta, vende affari su Internet a Verizon per $ 4,8 miliardi

In difficoltà Yahoo sta vendendo la sua attività operativa per circa 4,8 miliardi di dollari a Verizon Communications, in un accordo in contanti che ridurrà la storica azienda tecnologica a detenere principalmente i suoi contanti, quote in Alibaba e Yahoo in Giappone e brevetti non core.

Per Verizon, l'acquisizione consentirà di ottenere 1 miliardo di utenti mensili attivi di Yahoo, le sue proprietà Internet e le applicazioni chiave come la ricerca e la posta elettronica e i suoi sistemi pubblicitari. Verizon non ha familiarità con l'acquisizione e l'integrazione delle società Web dopo l'acquisizione di AOL nel 2015 per $ 4,4 miliardi, quando ha acquisito attività simili.

[ALTRO: come la homepage di Yahoo si è evoluta negli anni]

La transazione dovrebbe essere completata entro il primo trimestre del prossimo anno, previa approvazione da parte delle autorità regolatorie, ponendo fine a una lunga procedura di offerta per l'azienda. Dopo la chiusura della transazione, Yahoo sarà integrata con AOL sotto la direzione di Marni Walden, vicepresidente esecutivo e presidente dell'organizzazione Product Innovation and New Businesses di Verizon, ha dichiarato lunedì la società di comunicazioni.

Il prezzo che Verizon sta pagando per le attività Internet di Yahoo è una piccola percentuale della sua capitalizzazione di mercato di oltre $ 125 miliardi durante l'apice del boom delle dot-com, riflettendo quanto l'azienda sia caduta in disgrazia.

Fondata nel 1994 da Jerry Yang e David Filo, Yahoo è presto diventata il punto di accesso al web per un gran numero di utenti dei suoi servizi come portale, motore di ricerca ed e-mail. Ma è stato successivamente superato in mercati come la ricerca di nuovi concorrenti come Google. La società non è riuscita inoltre a cogliere nuove opportunità di mercato come i social network e i dispositivi mobili.

Nel 2012, la società ha nominato Marissa Mayer, ex senior executive di Google, in qualità di CEO, tra le grandi aspettative che avrebbe cambiato società.  

"È poetico unire le forze con AOL e Verizon mentre entriamo nel nostro prossimo capitolo incentrato sul raggiungimento della scala sui dispositivi mobili", ha affermato Mayer in una nota.

Nel secondo trimestre di quest'anno, Yahoo ha registrato una perdita di $ 440 milioni con ricavi di poco più di $ 1,3 miliardi. La grande perdita è dovuta principalmente a una cancellazione di $ 395 milioni a causa del social network di microblogging Tumblr, che Yahoo ha acquisito nel 2013 per oltre $ 1 miliardo.

Tumblr doveva essere il nuovo punto d'appoggio di Yahoo nel mercato della pubblicità sui social media ma, come la maggior parte della diversificazione e delle acquisizioni dell'azienda, inclusa la sua offerta di accesso a Internet mobile, è stata inferiore alle aspettative. Le entrate da dispositivi mobili a $ 378 milioni sono rimaste indietro rispetto alle entrate desktop dell'azienda di $ 875 milioni nel secondo trimestre.

Yahoo a un certo punto l'anno scorso aveva preso in considerazione la revoca della sua partecipazione del 15,4 per cento nel gruppo Alibaba Holding, attraverso una società chiamata Aabaco Holdings, ma ha esitato a muoversi a causa delle incertezze sulle potenziali implicazioni fiscali.

Un potente gruppo di investitori, Starboard Value, ha affermato che lo spin off proposto da Aabaco non è stata la migliore opzione di Yahoo. Ha prevalso su Yahoo invece di esplorare la vendita del suo core business di ricerca e pubblicità display, lasciando la sua partecipazione in Alibaba e Yahoo Japan nell'entità aziendale esistente.

I concorrenti di Verizon nell'asta erano principalmente società di private equity come Bain Capital, Vista Equity Partners, TPG e Advent International oltre a un gruppo guidato dal fondatore di Quicken Loans Dan Gilbert, secondo i rapporti. Si dice anche che AT&T abbia partecipato all'offerta.

Unisciti alle community di Network World su Facebook e LinkedIn per commentare argomenti che sono importanti.