Le entrate di Yahoo diminuiscono con il rallentamento delle attività pubblicitarie

Yahoo ha riportato vendite in calo e risultati contrastanti nella sua cruciale attività pubblicitaria martedì, segnalando ulteriori sfide in vista degli sforzi del CEO Marissa Mayer per invertire la vecchiaia.

Le vendite totali per il secondo trimestre conclusosi il 30 giugno sono state di US $ 1,08 miliardi, in calo del 4% rispetto agli $ 1,14 miliardi registrati nello stesso trimestre dell'anno scorso, secondo Yahoo.

Escludendo i costi di acquisizione del traffico, i ricavi sono stati di $ 1,04 miliardi, in calo del 3% rispetto al trimestre 2013 e al di sotto della previsione di consenso di $ 1,08 miliardi degli analisti intervistati da Thomson Financial Network.

Il profitto di Yahoo è stato di $ 270 milioni, un calo del 19% rispetto ai $ 331 milioni registrati un anno prima. L'utile netto per azione diluita è stato di $ 0,26, in calo del 15%.

Su base non GAAP, che esclude alcune spese, l'utile per azione è stato di $ 0,37, leggermente inferiore alle aspettative degli analisti di $ 0,38.

Nella negoziazione after-hour di martedì, le azioni sono state scambiate a $ 35,60, in calo da un massimo di $ 35,95 di lunedì.

"La nostra massima priorità è la crescita delle entrate e, di conseguenza, non siamo soddisfatti dei risultati del secondo trimestre", ha affermato Mayer in un comunicato stampa. "Mentre diverse aree hanno mostrato una crescita, la loro crescita è stata compensata da un calo", ha detto.

Le entrate pubblicitarie della ricerca, che sono aumentate del 2% a $ 428 milioni, hanno dato un po 'di lucentezza a una serie di risultati altrimenti poco brillanti.

Ma non c'erano molti altri punti luminosi. Le entrate pubblicitarie display sono diminuite dell'8% a $ 436 milioni, "sottolineando il fatto che dobbiamo lavorare più velocemente per migliorare le tendenze negative", ha detto Mayer.

E mentre il numero di annunci display venduti è aumentato del 24% rispetto a un anno prima, il prezzo per annuncio è diminuito della stessa percentuale.

I risultati trimestrali sono stati resi noti in occasione del secondo anniversario della nomina di Mayer a CEO. Dal 2012, ha cercato di invertire Yahoo, in parte ridisegnando i prodotti legacy, facendo scommesse nel video digitale e acquisendo startup per i talenti dell'ingegneria.

Tuttavia, deve ancora produrre una forte crescita nel core business pubblicitario di Yahoo per aiutare l'azienda a competere meglio con Google e Facebook.

Alibaba, il colosso cinese dell'e-commerce, ha contribuito a rafforzare le azioni di Yahoo in virtù della partecipazione del 24% di Yahoo nella società. Alibaba dovrebbe essere reso pubblico presto, e quando lo farà Yahoo dovrà vendere alcune delle sue azioni, il che dovrebbe portare un sacco di soldi.

Ma martedì Yahoo ha dichiarato di aver stipulato un accordo di riacquisto di azioni con Alibaba che riduce il numero di azioni che deve scaricare al momento dell'IPO. Invece di 208 milioni di azioni, dovrà solo vendere 140 milioni. Ciò potrebbe significare meno di una manna per gli azionisti.

Unisciti alle community di Network World su Facebook e LinkedIn per commentare argomenti che sono importanti.