Yelp regola le accuse FTC statunitensi per violazione della privacy dei minori

Yelp ha accettato di pagare US $ 450.000 alla Federal Trade Commission degli Stati Uniti per risolvere le accuse secondo cui la società ha accettato le registrazioni ai suoi servizi da parte di minori di 13 anni attraverso le sue app.

Martedì FTC aveva presentato un reclamo contro il servizio che collega le persone con le imprese locali, affermando che aveva violato una serie di regole, tra cui la legge sulla protezione della privacy online dei bambini.

Prima del 2009, gli utenti potevano registrarsi solo attraverso il sito Web, dove Yelp aveva un meccanismo di screening per vietare la registrazione agli utenti di età inferiore ai 13 anni. Nel 2009, tuttavia, Yelp ha introdotto una funzione di registrazione nella sua app, consentendo agli utenti di registrarsi per nuovi account tramite l'applicazione, ma non è riuscito a implementare un meccanismo di screening dell'età lavorativa nella nuova funzione di registrazione in-app, secondo il reclamo FTC nel tribunale distrettuale degli Stati Uniti per il distretto settentrionale della California.

Di conseguenza, entrambe le versioni iOS e Android dell'app hanno accettato le registrazioni e raccolto informazioni dagli utenti che hanno inserito le date di nascita indicando che erano minorenni, ha aggiunto il reclamo. Questo è andato avanti fino ad aprile 2013.

Martedì Yelp ha dichiarato in un post sul blog di aver raggiunto un accordo con FTC in merito al bug nel processo di registrazione mobile che non ha impedito la registrazione di persone di età inferiore ai 13 anni. Le date di nascita su Yelp sono in primo luogo opzionali, quindi gli utenti sono sempre liberi per registrarsi senza uno, ha osservato.

La FTC ha accusato Yelp di violare la norma COPPA non avendo notificato ai genitori le sue pratiche in materia di informazione e di ottenere il consenso dei genitori verificabile prima di raccogliere, utilizzare o divulgare informazioni personali da parte di minori.

In base alla proposta di transazione, Yelp deve distruggere le informazioni personali dei minori di 13 anni che si sono registrati al servizio entro 30 giorni dall'inserimento dell'ordine, nella maggior parte dei casi.

Yelp ha dichiarato che solo circa lo 0,02 percento degli utenti che hanno effettivamente completato il processo di registrazione durante il periodo di tempo ha fornito una data di nascita minorenne, "e abbiamo buone ragioni per credere che molti di loro fossero in realtà adulti."

La società ha avuto una media di circa 138 milioni di visitatori unici mensili nel secondo trimestre di quest'anno.

Il caso di Yelp mostra che anche le grandi aziende si stanno affrettando a creare app mobili senza creare adeguate garanzie per i bambini richieste dalla COPPA, ha affermato Hudson Kingston, direttore legale del Center for Digital Democracy, un'organizzazione per la protezione dei consumatori e la privacy via e-mail.

Yelp ha ottenuto una multa leggera, sebbene la legge richieda $ 16.000 per violazione, ma è bello vedere che Yelp è arrivata al punto di eliminare tutti gli account interessati, Kingston ha aggiunto.

Anche lo sviluppatore di app mobili TinyCo a San Francisco si è accordato con FTC e ha accettato di pagare $ 300.000 a seguito dell'accusa che offriva app online rivolte ai bambini e in alcuni casi ha raccolto informazioni da minori di 13 anni senza il consenso dei genitori, ha affermato FTC mercoledì. TinyCo è inoltre tenuto a eliminare le informazioni raccolte.

Yelp ha accettato di pagare US $ 450.000 alla Federal Trade Commission degli Stati Uniti per risolvere le accuse secondo cui la società ha accettato le registrazioni ai suoi servizi da parte di minori di 13 anni attraverso le sue app.

Unisciti alle community di Network World su Facebook e LinkedIn per commentare argomenti che sono importanti.